Matrimonio a Settembre 

La primavera porta con sè i fiori, il sole, il caldo e poi, dopo un po’, le vacanze. Tuttavia la cosa più bella, più emozionante di questi mesi sono proprio i matrimoni, che siano in una cascina sperduta nelle campagne o su una spiaggia bellissima.

A Settembre finalmente parteciperó per la prima volta anche io ad un matrimonio. L’ansia da “come mi vesto” è sempre dietro all’angolo e la paura di non indossare l’abito più adatto per l’occasione è ormai una costante della mia vita. In realtà, le regole da rispettare sono poche: per quanto il fascino dell’evento possa far cadere l’invitata nella trappola del look da red carpet è bene ricordarsi che si tratta pur sempre di una cerimonia in cui la protagonista è un’altra: tu non hai vinto l’oscar (almeno non ancora).

Innanzi tutto bisogna considerare il momento della giornata, il luogo della cerimonia e il luogo della festa, tutte e tre le variabili concorrono alla scelta dell’abito giusto.

Mattina
Bandito il lungo: via libera a vestiti con l’orlo sotto il ginocchio o appena sopra (midi). Il termine mini non dovrebbe far parte del vocabolario dell’ospite (men che meno della sposa) quindi attenzione a non scegliere capi troppo corti, specialmente se sono aderenti, per evitare l’effetto “sono arrivata diretta dal party della sera prima”.
Da privilegiare i colori tenui e tenersi lontano da broccati e luminescenze, mentre stampe a fiori e ton sur ton sono benvenute in qualsiasi momento.

Pomeriggio
Il famoso abito da cocktail non è stato chiamato così a caso ed è opportuno sfruttare la terminologia dei manuali della moda. A metà tra il giorno e la sera è elegante e in tessuti preziosi, sia semplici che elaborati, ma non arriva mai fino ai piedi e rifugge lo strascico. Una lunghezza tra sotto il polpaccio e sopra la caviglia è la più indicata, ma nel caso scegliate chemisier in chiffon romantici e dalle tonalità pastello passa in secondo piano grazie all’appeal fresco del capo e si accetta anche qualche centimetro in più.

Sera
Entrano in gioco scolli più accentuati e silhouette più definite: l’eleganza della lunghezza consente di sottolineare le forme senza risultare volgari. Da non confondere “aderenza” con “stretch”: i capi strizzati non andrebbero indossati in nessuna occasione e questa sarebbe la meno indicata. Ok a forme morbide che accompagnano le linee del corpo esaltandole senza fasciarle.

Colori
Avorio e panna sono sinonimi di bianco, non vorrete rubare la scena alla sposa: assolutamente no. Nonostante ci siano alcuni sostenitori del nero per la sera la risposta è sempre un no sonoro: va bene in qualsiasi altra occasione, quindi per una volta sfruttate la possibilità di osare tinte più allgere e vivaci. E se proprio siete amanti dello scuro il blu notte è una valida alternativa al total black.
Il viola è rischioso perchè i superstiziosi lo associano a presagi funesti. Quindi da evitare se non volete essere additate come le responsabili nel malaugurato caso che piova o che il consorte non si presenti all’altare.
Il rosso con parsimonia: l’abito di Julia Roberts in Pretty Woman è sempre stato il sogno di tutte ma non è il momento di azzardare con scolli plateali e lunghe code fruscianti. Piuttosto la tonalità forte va ingentilita con tessuti leggeri e opachi e tagli semplici e puliti.
Grigio perla, rosa cipria o antico, lilla, arancio, ocra, verde smeraldo, acqua o bottiglia e azzurro sono alcune tra le tante cromie da privilegiare.

Stampe
Possibilmente romantiche, sono solitamente in fiore. Attenzione a quelle grafiche che non devono mai essere optical ma piuttosto stilizzate, con soggetti botanici o astratti.

Décolleté e spacchi
Che sia in chiesa o in comune si tratta pur sempre di un matrimonio e non di una serata in discoteca. Gli scolli devono rimanere moderati e possono permettersi tagli più profondi solo quelle con cui madre natura è stata poco generosa. Le aperture sulla gonna sarebbero appropriate da appena sopra il ginocchio in giù e superare il limite è consentito solo se il resto del vestito è estremamente semplice e casto.

Location
Capire dove si svolgeranno cerimonia e party è fondamentale per la scelta degli accessori. Il terrazzo di una villa richiederà certamente un outfit più formale, mentre un giardino all’italiana comporta un mix di eleganza e praticità: no al tacco a spillo che affonda su soffici prati verdi e che si scalfice con la ghiaia, si a quello largo e non troppo alto che è anche il trend di stagione. Se la festa ha uno spirito bucolico ok anche i sandali raso terra.

Eccovi qui un po’ di abiti che ho visto su asos e che trovo perfetti per l’occasione.

Asos – 105, 99  euro.

Asos – 33, 99 euro

Asos – 101, 99 euro  (questo taglio di abito è il mio preferito)

Asos – 60, 99 euro

Asos – 74, 99 euro

Asos – 101, 99 euro

(Questo abito l’ho proposto anche in tono rosa cipria perchè lo trovo perfetto per l’occasione e la scelta del colore dipende molto dalle caratteristiche personali di una persona, tonalità della pelle, dei capelli, degli occhi.)

Asos – 141, 99 euro

Asos – 51, 99 euro

Asos – 101, 99 euro

Asos – 51, 99 euro

Asos – 87, 99 euro

Asos – 50,99 euro

Questa è la breve lista degli abiti che ho scelto per voi, naturalmente la linea dell’abito e il colore dipendono molto da persona a persona. Per farvi un esempio, io ho i capelli rossi e abbastanza appariscenti per questo motivo punterò su colori tenui o che fanno un bel contrasto, al contrario sconsiglio i colori troppo tenui a chi ha i capelli biondi. Per quanto riguarda la “linea” dell’abito, qui ho proposto solo abiti lunghi o midi, perché oltre ad essere più adatti all’occasione, sono perfetti per mascherare i miei piccoli difetti. Comunque sia per quanto riguarda gli abiti lunghi consiglio forme morbide, il rischio di sembrare Jessica Rabbit è dietro all’angolo.

Un’altra nota di cui tenere assolutamente conto è il fatto che spesso la cerimonia e la festa accadono in due momenti della giornata differenti. Ricordatevi anche che, nel caso di un abito che lascia scoperte, una stola o una giacchetta leggera è fondamentale.

 

Spero che questo articolo vi sia piaciuto. Alla prossima.

 

A.

Annunci

9 thoughts on “Matrimonio a Settembre 

Add yours

  1. Anch’io questo settembre dovrò andare ad un matrimonio, di pomeriggio/sera, e sto “impazzendo” per il vestito! Io sono una sorta di “dark lady” e odio letteralmente i colori pastello! Sto vedendo un pochino sui vari siti per farmi un’idea e la mia scelta sta cadendo su un abito longuette rosso, sobrio ed elegante! Intanto continuo la mia ricerca… chissà, magari mi innamorerò di un vestitino più delicato! Ahahaha!! 😛

    Liked by 1 persona

  2. Mi piacciono molto le proposte che ci hai segnalato, oltre ai preziosissimi consigli di cui terrò conto. I matrimoni di settembre/ottobre mi mettono sempre nel panico anche per via del clima imprevedibile…almeno però si evita il caldo afoso di pieno agosto!
    Articolo piacevolissimo, grazie!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: