SOS Capelli

Ed eccomi qui a parlarvi della parte del mio corpo che amo (e odio) di più in assoluto: I CAPELLI!

curls-understood-joyjah-belize-curls-1d

(mi dispiace deludervi ma non sono io nell’immagine bensì una ragazza bellissima che seguo da anni su instagram: @joyjah

Come potrete aver notato dalle mie foto ho i capelli ricci e molto problematici. Lo so, lo so, adesso molte di voi si staranno mangiando le unghie perché avete provato con tutto (permanente, bigodini, carta igienica, piastra e così via) ma i vostri capelli non ne vogliono proprio sapere di arricciarsi … ma davvero i ricci possono essere sia una benedizione che una vera e propria maledizione. Mi spiego meglio, adoro anche io i capelli ricci, vedo foto su instagram e sul mio gruppo fb preferito ( “Ogni riccio un biocapriccio” –> pagina web   – che vi consiglio assolutamente) foto di boccoli meravigliosi, lucenti e lunghissimi e poi mi guardo allo specchio e vorrei girare con un sacchetto del supermercato sulla testa per il resto della mia vita. Comunque cerco di non abbattermi troppo e continuo a curare ed a coccolare i miei capelli con impacchi, erbette, oli e quant’altro.

Questi sono alcuni dei miei segreti:

  • shampoo diluito diluito diluito: ebbene sì troppo spesso le persone utilizzano quantità esagerate di shampoo quando lavano i capelli e poi si stupiscono se i capelli diventano secchi o crespi. Tutti gli shampoo sono molto concentrati e andrebbero sempre diluiti con un po’ di acqua ( io avendo i capelli e la cute abbastanza secca faccio 2/3 d’acqua e 1/3 di shampoo). NOTA BENE: sfatiamolo il mito del “più schiuma c’è, più sto lavando i miei capelli” che è sbagliatissimo!
  • balsamo balsamo balsamo: una riccia non può vivere senza balsamo (al quale spesso aggiungo anche la maschera) per districare, nutrire ed ammorbidire i capelli. Solitamente per avere un effetto maggiore, lo lascio in posa per 20/30 minuti.
  • impacchi almeno una volta a settimana (o più nel caso di capelli fragili o problematici). Qua c’è da fare una lunga lunga parentesi. Spesse volte sentiamo dire (oppure leggiamo su blog di dubbia informazione) che tutto ciò che si può mangiare si può anche mettere in testa: è vero ma è anche falso. Mi spiego meglio. Molto probabilmente sono in pochi a conoscere la differenza tra un impacco idratante, un impacco nutriente ed un impacco ristrutturante. Un impacco idratante è un impacco a base di acqua, che contiene quindi ingredienti come frutta, glicerolo, gel d’aloe, gel ai semi di lino, fieno greco (methi), miele, zucchero, latte vegetale. Un impacco nutriente è un impacco a base di oli e burri come olio di cocco, di oliva, di ricino, di amla ecc ecc. L’impacco ristrutturante invece è a base di proteine. Il capello come praticamente ogni parte del nostro corpo è costituito prevalentemente d’acqua e di tantissima acqua ha bisogno per non apparire sciupato e secco. Pertanto via libera a impacchi idratanti a volontà, cercate di limitare invece gli altri che possono “riempire” il capello e fare l’effetto opposto.
  • 3 NO: no calore, no piastra, no stress

Questi sono i miei piccoli segreti ma in futuro farò qualche articolo con ricette vere e proprie, recensioni dei miei prodotti preferiti e tanto altro.

 

A presto, A.

 

Annunci

24 thoughts on “SOS Capelli

Add yours

    1. Allora i miglioramenti arrivano ma dipende dal tipo di capello, dallo stato di danneggiamento e così via. Per quanto riguarda l’asciugatura io faccio all’aria aperta, senza phon nè altro. In inverno dopo lo styling faccio plopping per un paio di ore (metto un asciugamano sulla testa), metodo che spiegherò nei prossimi articoli. ☺️

      Mi piace

      1. Per ora ho comprato semi di lino e olio di ricino per cominciare a fare un impacco idratante, sperando che mi aiuti anche a rallentare la super caduta di questo periodo! Mi hanno consigliato di aggiungere anche del miele, e dato che ne ho di buono, portatoci direttamente da un apicoltore amico di famiglia, seguirò il consiglio!

        Liked by 2 people

      2. Allora. L’olio di ricino è perfetto contro la caduta (consiglio: mettine un po’ sulle mani e massaggia la cute a testa in giù per almeno cinque minuti, poi lega i capelli in una treccia e vai a letto, la mattina dopo lava via tutto). I semi di lino vanno benissimo per fare il gel e insieme al miele o allo zucchero possono creare un ottimo impacco idratante 😊
        Pss: ti consiglio di non usare un miele troppo costoso per gli impacchi, non ne vale la pena.

        Liked by 1 persona

  1. Piacere di aver letto il tuo blog, Agne! Tra l’altro ho molto apprezzato l’articolo sulla scelta degli abiti da indossare a un matrimonio, essendo proprio quella la mia specializzazione come fotografo!

    Liked by 1 persona

  2. Per noi donne i capelli sono il simbolo della nostra bellezza. Salvaguardare la salute dei nostro capelli è quanto più che mai importante. Sicuramente è importante scegliere con attenzione quali prodotti utilizzare. Inoltre anche scegliere in maniera saggia cosa mangiare e cosa non mangiare è di grande aiuto per la bellezza della pelle anche anche dei capelli.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: